Leva - Dispensa dal servizio di leva - Città di Darfo Boario Terme

IL COMUNE | Settori e Servizi | Settore Demografici | Leva - Dispensa dal servizio di leva - Città di Darfo Boario Terme

Dispensa dal Servizio di Leva


Links utili:

Dispensa concessa dai Consigli di Leva
Dispensa concesssa dal Ministero della Difesa
Scheda esplicativa per la richiesta di dispensa per motivi di lavoro;

La dispensa dal compiere la ferma di leva, è il beneficio a seguito del quale l'interessato non svolge il servizio militare. Il provvedimento è adottato dall'autorità militare competente, previa istruttoria a cura dell'Ufficio leva Comunale.

Chi può fare domanda

Possono inoltrare domanda tutti coloro che sono residenti e/o iscritti nelle liste di leva del Comune di Darfo Boario Terme, che ritengano di trovarsi in una delle seguenti condizioni:

art.7 c. 1 del Decreto Legislativo n. 504 del 30.12.1997

  • a) orfano di entrambi i genitori, con funzioni di capo famiglia, con fratelli minorenni a carico;
  • b) arruolato con prole;
  • c) figlio, unico maggiorenne e convivente di genitore portatore di handicap che lo renda non autosufficiente, o invalido civile affetto da mutilazione o invalidità analoghe a quelle per le quali è previsto l'accompagnamento ai sensi del DPR n. 834/1981;
  • d) primogenito o unico figlio di genitori viventi, dei quali uno affetto da infermità permanente ed insanabile che lo renda inabile ad esplicare la sua abituale attività lavorativa, ovvero di padre vedovo o celibe o di madre vedova o nubile, purché in tutti i casi, a causa della partenza alle armi dell'arruolato, la famiglia venga a perdere i necessari mezzi di sussistenza;
  • e) unico fratello convivente di portatore di handicap affetto da grave patologia, non autosufficiente;
  • f) vittima di reato di sequestro di persona che, a causa di tale reato o come diretta conseguenza di esso, sia stato privato della libertà personale o delle condizioni di normale salute fisica o psitica per un periodo di almeno 60 giorni;
  • g) fratello di militare deceduto durante la prestazione del servizio militare.

Per questi casi la domanda deve essere presentata entro il trimestre in cui gli interessati sono sottoposti a visita di leva o, per situazioni sopravvenute, fino al giorno precedente l'incorporazione (partenza per il militare).

art.7 c. 3 del Decreto Legislativo n. 504 del 30.12.1997

  • a) difficoltà economiche o familiari ovvero particolari responsabilità lavorative;
  • b) responsabile diretto della conduzione di impresa o di attività economica da almeno un anno ovvero di impresa o attività economica avviata con il sostegno previsto da istituzioni ed enti pubblici in materia di incentivazione all'imprenditoria giovanile e al lavoro autonomo;
  • c) minor indice di idoneità somaticofunzionale o psico-attitudinale attribuito in sede di visita di leva;
  • d) cittadino impegnato, con meriti particolari, sul piano nazionale o internazionale, in carriere scientifiche, artistiche, culturali;
  • d-bis) titolari di una borsa di studio o di un assegno di ricerca per laureati della durata di almeno un anno, ovvero frequenza di dottorato di ricerca, presso Università dell'Unione Europea legalmente riconosciute o presso istituzioni di livello universitario di altri paesi. Ai fini del conseguimento del beneficio, il cittadino deve dimostrare la frequenza dei predetti corsi e il superamento di eventuali esami stabiliti dal piano di studi o dal programma formativo;
  • d-ter) conseguimento del diploma di maturità presso la Scuola militare «Nunziatella» di Napoli o la Scuola militare «Teuliè» di Milano o la Scuola navale militare «Francesco Morosini» di Venezia.

D.M. 13-3-2003 Rideterminazione delle condizioni per la concessione della dispensa dagli obblighi di leva, ai sensi dell'art. 7, comma 3, lettera a), del D.Lgs. 30 dicembre 1997, n. 504.

Le condizioni previste dall'art. 7, comma 3, lettera a), del decreto legislativo 30 dicembre 1997, n. 504, sono così determinate:
a) appartenente a famiglia che con la partenza alle armi dell'arruolato, produttore di reddito, verrebbe a perdere i necessari mezzi di sussistenza, quali individuati nel tempo con apposito decreto ministeriale ai sensi dell'art. 7, comma 5, del decreto legislativo 30 dicembre 1997, n. 504;
b) situazioni debitorie ereditate o dichiarazioni di fallimento di attività dei genitori ovvero situazioni debitorie conseguenti a dichiarazioni di fallimento connesse all'avvio o alla conduzione di attività economica di cui l'interessato sia il titolare;
c) figlio di militare deceduto durante la prestazione del servizio militare ovvero figlio o fratello di militare in congedo o in riforma per ferite o infermità contratte in servizio e per causa di servizio limitatamente alla prima e seconda categoria di invalidità di cui alla tabella A allegata al decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1981, n. 834, compresi gli equiparati a dette categorie;
d) orfano di entrambi i genitori, con funzioni di capofamiglia, con germani maggiorenni a carico;
e) appartenente a famiglia di cui altri due figli abbiano prestato o prestino servizio militare;
f) primo o altro figlio di genitore caduto nello svolgimento di attività di lavoro o di deceduto per l'aggravarsi delle infermità contratte per tali cause;
g) primo o altro figlio di genitore invalido per servizio o del lavoro di prima e seconda categoria di invalidità di cui alla tabella A allegata al decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1981, n. 834, compresi gli equiparati a dette categorie;
h) figlio o fratello di vittima della criminalità organizzata, riconosciuto tale con atti formali della pubblica amministrazione;
i) appartenente a famiglia di cui un convivente sia affetto da grave malattia invalidante che richieda cure onerose, sia dal lato economico che dell'assistenza fisica e morale;
l) datore di lavoro da almeno nove mesi che, per soddisfare gli obblighi di leva, è costretto al licenziamento del personale dipendente e a chiudere l'attività;
m) destinatario di una proposta di assunzione con contratto a tempo indeterminato e a tempo pieno o di una proposta di assunzione con contratto a tempo determinato e a tempo pieno di formazione e lavoro o di apprendistato della durata di almeno 12 mesi, ovvero già titolare di un rapporto di lavoro con contratto a tempo determinato e a tempo pieno di formazione e lavoro o apprendistato che preveda, alla data della presentazione della domanda, l'espletamento di almeno 12 mesi di attività lavorativa. Per gli arruolati in possesso della proposta di lavoro, l'assunzione deve avvenire entro il termine perentorio di novanta giorni dalla data di presentazione della domanda.

REQUISITI PER CHIEDERE LA DISPENSA PER MOTIVI DI LAVORO

PER COLORO CHE SONO GIA' ASSUNTI

- Lavoro a termine e a tempo pieno (con contratto di apprendistato o di formazione lavoro) non inferiore a 12 mesi (deve cioè prevedere, alla data di presentazione della domanda, l'espletamento di almeno 12 mesi di attività lavorativa).

PER COLORO CHE NON SONO ANCORA ASSUNTI
- Proposta di assunzione per lavoro a termine e a tempo pieno (con contratto di apprendistato o di formazione lavoro) non inferiore a 12 mesi (deve cioè prevedere, alla data di presentazione della domanda, l'espletamento di almeno 12 mesi di attività lavorativa) e deve prevedere il requisito indispensabile dell'assolvimento degli obblighi militari.
- Proposta di assunzione per lavoro a tempo indeterminato e a tempo pieno e deve prevedere il requisito indispensabile dell'assolvimento degli obblighi militari

DOCUMENTI DA PRESENTARE (attraverso l'Ufficio Leva del Comune)

- Contratto di lavoro o proposta di lavoro (secondo i casi)
- Certificato di iscrizione a Camera di Commercio della Ditta
- Domanda
- Situazione di famiglia (ex mod.17)
- Busta paga (se già assunto)


Si riporta il testo del Decreto del Ministero della Difesa del 13 marzo 2003 "Rideterminazione delle condizioni per la concessione della dispensa dagli obblighi di leva ai sensi dellart. 7, comma 3, del D.Lgs. 30.12.1997, n. 504"

Art. 1, lettera m;
"destinatario di una proposta di assunzione con contratto a tempo indeterminato e a tempo pieno o di una proposta di assunzione con contratto a tempo determinato e a tempo pieno di formazione e lavoro o di apprendistato della durata di almeno 12 mesi, ovvero già titolare di un rapporto di lavoro con contratto a tempo determinato e a tempo pieno di formazione e lavoro o apprendistato che preveda, alla data della presentazione della domanda, lespletamento di almeno 12 mesi di attività lavorativa. Per gli arruolati in possesso della proposta di lavoro, lassunzione deve avvenire entro il termine perentorio di novanta giorni dalla data di presentazione della domanda. Il provvedimento di dispensa diviene privo di effetto qualora, entro il termine perentorio compreso tra il duecentodecimo giorno e il duecentosessantesimo giorno dallinizio del rapporto di lavoro che ha dato luogo alla dispensa (periodo entro il quale larruolato è considerato sospeso dallavviamento alle armi), linteressato non presenti la certificazione che comprovi la vigenza del contratto di lavoro in corso."

PER INFORMZIONI RIVOLGERSI A:

UFFICIO LEVA DEL COMUNE - tel. 0364-541123
DISTRETTO MILITARE DI BOLOGNA - tel. 051-584130

Torna alla pagina precedente - LEVA>>